post-title Le Porsche dei film: sicuro di conoscerle tutte? https://www.mavment.com/blog/wp-content/uploads/porsche-film.jpg 2020-07-28 10:00:39 yes no Scritto da: Categoria: Porsche

Le Porsche dei film: sicuro di conoscerle tutte?

porsche film

La tradizione cinematografica, molto spesso, si coniuga con la tradizione dei motori. Non solo quando l’inquadratura del regista si concentra sulla storia di piloti o di costruttori, ma anche quando l’automobile diventa co-protagonista. In questo caso, le automobili Porsche sono spesso approdate sul grande schermo. Oggi, quindi, andremo alla scoperta delle Porsche dei film, cioè di quei modelli della casa di Stoccarda che, in un modo o nell’altro, hanno recitato un ruolo importante in alcune pellicole di grande successo.

Le Porsche dei film: i titoli che hanno portato il brand sul grande schermo

È veramente difficile stabilire quando, per la prima volta, sia finita una Porsche nei film. Certamente, negli anni, le automobili del brand sono state spesso condotte da attori di prestigio: da Steve McQueen a Will Smith, passando per Tom Cruise e Robert Redford. Insomma, il meglio che Hollywood abbia prodotto negli ultimi quarant’anni di cinematografia. Molti dei titoli che hanno portato Porsche al cinema sono diventati dei veri e propri cult e oggi li andremo a riscoprire sotto una chiave nuova.

Porsche e Steve McQueen, il connubio perfetto

Indubbiamente, il connubio fra motori ruggenti e celebrità del calibro Steve McQueen è già ottimo così. Se a questo, però, ci aggiungete anche una Porsche, allora sarete certi di raggiungere la perfezione. Precisamente, McQueen e Porsche andarono insieme sul grande schermo nel 1971, con il film Le 24 Ore di Le Mans. L’attore statunitense, nella pellicola diretta dal regista Lee H. Katzin, interpreta il pilota automobilistico Michael Delaney. Mentre questi è alla guida di una Porsche 911S stradale si trova a rivivere un flashback, mentre gareggia sul circuito di Le Mans a bordo di una Gulf Porsche 917K. L’epicità, in questo caso, raggiunge livelli mai toccati prima. Una curiosità: la 917 era così preziosa che, durante le riprese delle fasi più concitate, fu sostituita con una Lola T70 appositamente camuffata per somigliare alla Porsche, ma impedirne il danneggiamento.

Donne e motori, guai e dolori

Il vecchio adagio, evidentemente, contempla solamente due categorie. Nel 1986, però, Tony Scott aggiunge un altro elemento esplosivo: i caccia militari. Con Top Gun, Porsche raggiunge il grande schermo al fianco di attori del calibro di Tom Cruise, Val Kilmer e Kelly McGillis. È proprio quest’ultima, durante alcune scene del film cult dedicato ai piloti militare statunitensi, a guidare una Porsche: si tratta di una Porsche 356 Speedster con cui la co-protagonista della pellicola scorrazza per le strade di San Diego all’inseguimento di Pete Mitchell, interpretato proprio da Tom Cruise.

Anche in questo caso, intorno alla 356 c’è qualche curiosità. Quella in scena, in realtà, non è una vera Porsche. Come accaduto in altri film in cui era apparsa, al 356 in questione era in realtà una replica: il corpo in vetroresina, infatti, era montato sulla meccanica di una più comune Volkswagen Beetle. Trucchetto che evitava inutili apprensioni durante le scene in cui la 356 “volava” fra un avvallamento e l’altro.

I cattivi ragazzi usano una Porsche

Nel 1995, Will Smith è sulla cresta dell’onda grazie al grande successo raggiunto con Willy, il principe di Bel-Air. Nonostante la famiglia Banks sia possidente, nella serie William non siede mai alla guida di una Porsche. Accade invece sul set di un altra pellicola, quella di Bad Boys. Nei passi di Mike Lowrey, un poliziotto di Miami che fa coppia fissa con il collega Marcus Burnett, Will per la prima volta si mette alla guida di una Porsche. In particolare, la Porsche di Bad Boys è la più iconica delle automobili della casa di stoccarda: si tratta infatti della Porsche 911. Non una 911 qualsiasi: per l’occasione, il regista Michael Bay scelse un’automobile piuttosto rara. Si trattava infatti di una Porsche 911 Turbo 3.6 prodotta a partire dal 1993 in meno di mille esemplari.

Il connubio fra Bad Boys e Porsche non termina nel 1995. Anche nell’ultimo titolo della serie, Bad Boys For Life, proiettato sul grande schermo nel 2020, Mike Lowrey torna alla guida di una Porsche. Questa volta, però, si tratta di una Porsche 911 Carrera 4S 2020. Come a dire: i cattivi ragazzi perdono il pelo, ma non il vizio.

Genio e follia camminano a braccetto

Parlando di Ferdinand Porsche siamo tutti d’accordo nel definirlo un genio. Dovendo scommettere un centesimo, però, nessuno avrebbe immaginato che, un giorno, la genialità di Porsche sarebbe finita a braccetto con la follia del giovane e rampante uomo d’affari, Patrick Bateman. Nel 2000, infatti, in sala esce American Psycho, rifacimento cinematografico dell’omonimo romanzo di Bret Easton Ellis. Tra i simboli dell’ostentazione nella patinata vita del protagonista interpretato da Christian Bale, fra l’altro, compare anche una Porsche: si tratta, anche in questo caso, di una Porsche 911 del 1974. Gli uomini d’affari, geniali oppure folli, guidano una sola macchina: una 911.

Insomma, Porsche e cinema hanno camminato e continuano a camminare insieme sulla strada del successo. Dentro e fuori dalle scene, gli attori continuano a guidare Porsche d’epoca e nuove proposte. Che ne dite, a questo punto, di rivedere qualche pellicola prima di scegliere la vostra prossima Porsche?