porsche-spyder

Porsche Spyder ovvero la 718 cabrio più sportiva di sempre. In quest’ultimo modello in particolare le prestazioni dell’auto sportiva decappottabile superano ampiamente quelle dei precedenti modelli. Infatti è questo il momento del ritorno di uno dei più classici e performanti motori di casa Porsche, ovvero il 6 cilindri aspirato. Motore dotato di cambio manuale per emozionare e stupire il pilota durante la guida.

Porsche 718 Spyder: il motore.

Il motore della Porsche Spyder è lo stesso che garantisce alte prestazioni anche alla sorellastra Cayman GT4, ovvero il sei cilindri boxter aspirato. Anche per questa ragione la versione cabrio viene volgarmente chiamata Porsche Boxter Spyder, proprio in riferimento al suo motore e alle alte prestazioni. La caratteristica principale, i suoi 420 cv ben distribuiti in un 4 litri ad alimentazione atmosferica. Il motore è una derivazione del precedente 3 litri biturbo cuore della vecchia e tanto amata Carrera.

Nello specifico le caratteristiche che rendono la Porsche Spyder 718 unica nel suo genere sono le seguenti:

  • Una distribuzione dotata di punterie idrauliche con blanciere e doppio variatore di fase, il tutto elettrico
  • Un sistema di lubrificazione con carter in cui nella coppa in plastica sono inseriti sia la pompa che il serbatoio di recupero per avere sempre una perfetta lubrificazione degli elementi essenziali che spingono al massimo il suo motore
  • Un impianto di alimentazione con collettore a doppia farfalla in grado di sviluppare una migliore efficienza degli iniettori

Ma il vero fiore all’occhiello della Porsche Spyder è il riposo dei cilindri a fasi alterne ogni 20 secondi. Questo avviene fino ai 3000 giri al minuto e con velocità inferiori ai 150 Km/h. Tutto questo permette di avere sempre delle alte temperature per delle migliori performance del trattamento degli scarichi tra cui il funzionamento del filtro anti particolato

Ora però è il momento di parlare del massimo potenziale di questa stupenda auto sportiva. Il 6 cilindri della 718 Spyder ha una coppia di 420 Nm tra 5000 e 6800 giri al minuto. Il motore sviluppa tutta la potenza dei suoi 420 cv tra i 7600 e gli 8000 giri al minuto, mentre il cambio a 6 marce è provvisto di doppio volano autobloccante con sistema meccanico. Da 0 a 100 km/h in appena 4,4 secondi.

La Porsche Spyder ha un assetto regolabile e comunque ribassato di 30mm rispetto ai modelli precedenti. Inoltre ha ereditato dal modello 911: braccetti, sospensioni e ed ammortizzatori con controllo elettronico per garantire le migliori prestazioni in stabilità dell’assetto. Una migliore stabilità determinata anche dalla revisione e dal miglioramento del software con due livelli di disinserimento. I freni montati dietro gomme da 20 pollici sono disponibili in due varianti. La prima con rotori in ghisa e pinze a pistoni, la seconda con dischi carboceramici.

Grande aerodinamicità per alte prestazioni

Non solo è stato ribassato leggermente l’assetto dell’autovettura, ma la cura dell’aerodinamica è stata quasi maniacale. Grazie infatti alle tendine d’aria sulle ruote anteriori e alla fessura posta sul muso della Porsche si prova un piacere di guida davvero straordinario. A completare il tutto c’è poi lo spoiler che si alza apena vengono superati i 120 km/h.

Porsche Spyder la tappezzeria e gli interni

Alcantara e cuciture in tinta di colore nero e bordeaux. Lo stesso colore può essere scelto anche per la capote che si apre e chiude manualmente con sistema di bloccaggio elettronico. Infine le fettucce che compongono le maniglie di apertura la rendono davvero sportiva in tutti i sensi. 

Porsche Spyder Prezzo

L’ultima Spyder Porsche costa circa 96.000 €, il prezzo non è certamente basso ma se lo mettiamo in relazione alle prestazioni di sicuro non è un prezzo esagerato per chi vuole una sportiva in grado di donare grandi emozioni durante la guida.